Il diniego di assegnazione temporanea ad altra sede per il carabiniere neogenitore deve essere motivato sulla base di inderogabili esigenze organizzative e di servizio.

Il diniego di assegnazione temporanea ad altra sede ex art. 42 bis del D. Lgs. 151/2001 è eccezione rispetto alla regola dell’accoglimento e deve dunque essere basata su ragioni di impossibilità oggettiva.

Continua a leggere Il diniego di assegnazione temporanea ad altra sede per il carabiniere neogenitore deve essere motivato sulla base di inderogabili esigenze organizzative e di servizio.

Militari: istanza di trasferimento deve essere congruamente motivata.

Per negare il trasferimento di sede, l’amministrazione militare deve operare il bilanciamento tra le contrapposte esigenze emergenti dalla domanda.

Continua a leggere Militari: istanza di trasferimento deve essere congruamente motivata.

Concorsi: neomamma ha diritto a brevi sospensioni della propria prova per consentirle di allattare il figlio.

In sede di concorso, la candidata neomamma può fare richiesta di brevi sospensioni delle proprie prove per allattare il neonato. Continua a leggere Concorsi: neomamma ha diritto a brevi sospensioni della propria prova per consentirle di allattare il figlio.

Foglio di via illegittimo se amministrazione omette di considerare condizione di salute dei parenti del destinatario del provvedimento.

In sede di ricorso gerarchico sul decreto di foglio di via, la Prefettura non può non considerare le precarie condizioni di salute del padre del richiedente.

Continua a leggere Foglio di via illegittimo se amministrazione omette di considerare condizione di salute dei parenti del destinatario del provvedimento.

L’agente della Guardia di Finanza ha diritto all’assegnazione temporanea nella provincia in cui risiede il figlio neonato.

In tema di pubblico impiego, l’agente della Guardia di Finanza ha diritto al trasferimento temporaneo presso un comando nella provincia dove vive il figlio minore di tre anni.

Continua a leggere L’agente della Guardia di Finanza ha diritto all’assegnazione temporanea nella provincia in cui risiede il figlio neonato.

Pubblico impiego: occorre una motivazione articolata per non trasferire temporaneamente il lavoratore padre nella provincia in cui lavora la madre del figlio.

Il padre lavoratore pubblico ha diritto all’assegnazione temporanea nella Provincia dove lavora la madre del bambino ai sensi dell’art. 42bis D. Lgs. 151/2001.

Continua a leggere Pubblico impiego: occorre una motivazione articolata per non trasferire temporaneamente il lavoratore padre nella provincia in cui lavora la madre del figlio.

L’agente di Polizia ha diritto all’assegnazione temporanea ad una sede dove lavora la madre di suo figlio.

L’art. 42 bis del D. Lgs. 151/2001 si applica anche alle forze di Polizia e pertanto l’agente con figlio di età inferiore ai tre anni ha diritto a essere assegnato alla sede dove la madre del neonato svolge il proprio lavoro.

Continua a leggere L’agente di Polizia ha diritto all’assegnazione temporanea ad una sede dove lavora la madre di suo figlio.