Transazione con altra amministrazione: non è illecito professionale ex art. 80, comma 5.

Non deve essere esclusa l’impresa che ha risolto un precedente affidamento mediante una transazione con la Stazione Appaltante, non integrandosi illecito professionale grave ai sensi dell’art. 80, comma 5, del D. Lgs. 50/2016.

Continua a leggere Transazione con altra amministrazione: non è illecito professionale ex art. 80, comma 5.

Appalti: la carenza dei requisiti di partecipazione legittimano l’esclusione dalla gara sino all’aggiudicazione definitiva.

La mancanza dei requisiti ai sensi dell’art. 80 del D. Lgs. 50/2016 legittimano l’esclusione dalla gara sino all’aggiudicazione definitiva. Successivamente, operano le normali regole di autotutela ai sensi della L. 241/1990.

Continua a leggere Appalti: la carenza dei requisiti di partecipazione legittimano l’esclusione dalla gara sino all’aggiudicazione definitiva.

Appalti: l’omessa dichiarazione di una precedente esclusione da una gara non è illecito professionale che comporta esclusione.

Il non aver dichiarato una precedente esclusione da una gara non implica automatica esclusione dell’operatore economico se la Stazione Appaltante non motiva su come questo incida sull’affidabilità del concorrente.

Continua a leggere Appalti: l’omessa dichiarazione di una precedente esclusione da una gara non è illecito professionale che comporta esclusione.

Appalti: il ritardo nel pagamento di canoni concessori in altro contratto non è grave illecito professionale che comporta esclusione dalla gara.

Il semplice ritardo nei pagamenti di alcuni canoni di concessione che non ha portato alla risoluzione del contratto non integra gli estremi dell’illecito professionale escludente dalla gara ai sensi dell’art. 80, co. 5, lett. c, del Codice dei Contratti Pubblici.

Continua a leggere Appalti: il ritardo nel pagamento di canoni concessori in altro contratto non è grave illecito professionale che comporta esclusione dalla gara.

Appalti: Durc irregolare dopo l’aggiudicazione non può comportare la revoca dell’affidamento.

Le cause di esclusione di cui all’art. 80 del Codice dei Contratti Pubblici sono applicabili sino all’aggiudicazione definitiva, residuando successivamente solo gli ordinari rimedi di autotutela in capo alla Stazione Appaltante.

Continua a leggere Appalti: Durc irregolare dopo l’aggiudicazione non può comportare la revoca dell’affidamento.

Appalti: illegittima esclusione per risoluzione anticipata di altro contratto pubblico contestata giudizialmente.

La causa di esclusione da una gara di cui all’art. 80 comma 5 lett. c) del d.lgs n. 50/2016 non contempla il caso di risoluzione anticipata da un contratto pubblico con altra Amministrazione per la quale è ancora in corso un accertamento giudiziale.

Continua a leggere Appalti: illegittima esclusione per risoluzione anticipata di altro contratto pubblico contestata giudizialmente.