Illegittima la clausola che attribuisce punteggio aggiuntivo all’operatore economico che ha una sede operativa vicina alla Stazione Appaltante.

Il bando non può prevedere un bonus di punti per l’operatore economico che possiede una sede operativa che si trova a breve distanza dalla Stazione Appaltante.

Continua a leggere Illegittima la clausola che attribuisce punteggio aggiuntivo all’operatore economico che ha una sede operativa vicina alla Stazione Appaltante.

Appalti: l’omessa dichiarazione di una precedente esclusione da una gara non è illecito professionale che comporta esclusione.

Il non aver dichiarato una precedente esclusione da una gara non implica automatica esclusione dell’operatore economico se la Stazione Appaltante non motiva su come questo incida sull’affidabilità del concorrente.

Continua a leggere Appalti: l’omessa dichiarazione di una precedente esclusione da una gara non è illecito professionale che comporta esclusione.

Appalti: il ritardo nel pagamento di canoni concessori in altro contratto non è grave illecito professionale che comporta esclusione dalla gara.

Il semplice ritardo nei pagamenti di alcuni canoni di concessione che non ha portato alla risoluzione del contratto non integra gli estremi dell’illecito professionale escludente dalla gara ai sensi dell’art. 80, co. 5, lett. c, del Codice dei Contratti Pubblici.

Continua a leggere Appalti: il ritardo nel pagamento di canoni concessori in altro contratto non è grave illecito professionale che comporta esclusione dalla gara.

Non vi è incompatibilità tra la frequenza di una scuola di specializzazione medica e un dottorato di ricerca.

Se non previsto esplicitamente nelle lex specialis di gara, non può essere espulsa da una scuola di specializzazione medica la specializzanda che frequenta anche un corso di dottorato universitario.

Continua a leggere Non vi è incompatibilità tra la frequenza di una scuola di specializzazione medica e un dottorato di ricerca.

Prima di emanare l’ordine di demolizione il Comune deve decidere sulla domanda di condono dell’immobile.

Le procedure amministrative relative alla demolizione di immobili abusivi sono sospese finchè è pendente la domanda di condono.

Continua a leggere Prima di emanare l’ordine di demolizione il Comune deve decidere sulla domanda di condono dell’immobile.

È invalido il diniego di condono non preceduto dal preavviso di rigetto.

Il rigetto dell’istanza di condono di un immobile deve essere preceduto dalla comunicazione di motivi ostativi ai sensi dell’art. 10 bis della L. 241/1990.

Continua a leggere È invalido il diniego di condono non preceduto dal preavviso di rigetto.

Il diniego di assegnazione temporanea ad altra sede per il carabiniere neogenitore deve essere motivato sulla base di inderogabili esigenze organizzative e di servizio.

Il diniego di assegnazione temporanea ad altra sede ex art. 42 bis del D. Lgs. 151/2001 è eccezione rispetto alla regola dell’accoglimento e deve dunque essere basata su ragioni di impossibilità oggettiva.

Continua a leggere Il diniego di assegnazione temporanea ad altra sede per il carabiniere neogenitore deve essere motivato sulla base di inderogabili esigenze organizzative e di servizio.