Immigrazione: il mancato avviso di avvio del procedimento rende illegittimo il provvedimento di revoca della misura di accoglienza.

La revoca della misura di accoglienza internazionale deve essere preceduta dall’avviso di avvio del procedimento.

Il Tar Puglia, sez. Bari, con la sent. 243/2018 ha affermato che il provvedimento di revoca della misura dell’accoglienza per lo straniero deve essere preceduta dalla comunicazione di avvio del relativo procedimento.


Pubblicato il 20/02/2018

N. 00243/2018 REG.PROV.COLL.

N. 01382/2017 REG.RIC.

logo

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Puglia

(Sezione Seconda)

ha pronunciato la presente

SENTENZA

ex art. 60 cod. proc. amm.;
sul ricorso numero di registro generale 1382 del 2017, proposto da:
Paul Ero, rappresentato e difeso dall’avvocato Uljana Gazidede, con domicilio eletto presso il suo studio in Bari, corso Mazzini n. 83;

contro

Ministero dell’Interno e U.T.G. – Prefettura di Bari, in persona del legale rappresentante p.t., rappresentati e difesi per legge dall’Avvocatura distrettuale dello Stato di Bari, presso la quale sono domiciliati in Bari, via Melo, n. 97;

per l’annullamento

– del provvedimento prot. n. 0050883, emesso dal Prefetto della Provincia di Bari del 6 ottobre 2017, con cui è stata decretata la revoca della misura di accoglienza;

– nonché di ogni altro atto comunque presupposto, connesso e/o consequenziale, ancorché non conosciuto, con i provvedimenti di cui innanzi.

 

Visti il ricorso e i relativi allegati;

Visti gli atti di costituzione in giudizio del Ministero dell’Interno e dell’U.T.G. – Prefettura di Bari;

Viste le memorie difensive;

Visti tutti gli atti della causa;

Relatore nella camera di consiglio del giorno 6 febbraio 2018 la dott.ssa Maria Colagrande;

Uditi per le parti i difensori avv. Gaetano Castiglia, su delega dell’avv. Uljana Gazidede e avv. dello Stato Valter Campanile;

Comunicata alle parti, in forma diretta ed esplicita, la possibilità di adottare una sentenza semplificata, ricorrendone le condizioni previste;

Sentite le stesse parti ai sensi dell’art. 60 cod. proc. amm.;

 

Il ricorso è fondato nella parte in cui lamenta l’illegittimità della revoca della misura di accoglienza per omessa comunicazione di avvio del relativo procedimento.

Il provvedimento gravato manca inoltre di qualsiasi riferimento a ragioni di particolare urgenza che potrebbero aver impedito, ai sensi dell’art. 21 quater della legge 7 agosto 1990 n. 241, di dar seguito a tale adempimento.

Dette circostanze sono rilevanti e decisive perché la revoca della misura d’accoglienza, ai sensi dell’art. 23 del decreto legislativo n. 142 del 18 agosto 2015, postula un apprezzamento discrezionale della gravità del fatto addebitato allo straniero ed è mancata la prova, gravante sulla p.A. ai sensi dell’art. 21 octies della legge n. 241 del 4 agosto 1990, che il procedimento, seppure il ricorrente vi avesse partecipato, com’era suo diritto, non avrebbe avuto esito diverso.

Pertanto il ricorso, assorbite le altre questioni, deve essere accolto.

L’accoglimento del ricorso e la sussistenza delle altre condizioni di legge, comporta altresì l’accoglimento dell’istanza del ricorrente di essere ammesso al patrocinio nel presente giudizio a spese dello Stato.

La natura della decisione, in sé prodromica ad un riesame della vicenda, e la rilevanza degli interessi in concorso giustificano la compensazione delle spese di giudizio.

P.Q.M.

Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Puglia (Sezione Seconda), definitivamente pronunciando sul ricorso, come in epigrafe proposto, lo accoglie e per l’effetto annulla il provvedimento impugnato.

Dispone l’ammissione di Ero Paul al patrocinio a spese dello Stato.

Spese compensate.

Ordina che la presente sentenza sia eseguita dall’Autorità amministrativa.

Così deciso in Bari nella camera di consiglio del giorno 6 febbraio 2018 con l’intervento dei magistrati:

Giuseppina Adamo, Presidente

Flavia Risso, Referendario

Maria Colagrande, Referendario, Estensore

articolo dell’Avv. Luca Foscoliano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...